fbpx

Lavoro: 3 Frasi e 3 domande da evitare ad un colloquio

Sbagliare durante un colloquio di lavoro è, in fondo, molto semplice: basta una frase detta in automatico, una domanda infelice, e la tua partita è inevitabilmente persa.  Non ci sono chance di giocare una seconda volta: il tuo interlocutore è così pieno di colloqui da fare che per lui è solo un sollievo averti fatto fuori.  Pertanto, quando l’occasione arriva, specie se si tratta del tuo lavoro ideale, devi essere bravo a ridurre il margine di errore.

Come fare? Iniziare dalle tre frasi e dalle tre domande che NON devi in alcun modo dire e chiedere è senza dubbio un buon punto di partenza.

 3 frasi da evitare in un colloquio

 

 # Il mio ex capo è un imbecille

La prima regola dei colloqui è non parlare mai male dei capi delle tue precedenti esperienze di lavoro. È lo stesso errore che compie chi, al primo appuntamento, trascorre la serata a criticare il suo o la sua ex.  Anche se il tuo ex capo è davvero un incompetente, non ti ha pagato gli ultimi stipendi e ti ha fatto fuori senza un preavviso, non devi mai cadere nella tentazione di parlarne male. Ciò perché il tuo interlocutore è interessato alla tua capacità di creare un clima sereno di lavoro, di risolvere i conflitti, e non a quella di criticare i supervisori.

 # Odiavo il mio lavoro

Il tuo interlocutore ti chiede  perché sei alla ricerca di un nuovo lavoro e tu gli rispondi con estrema sincerità che odiavi quello che facevi in precedenza. Niente di più sbagliato. Molto meglio ragionare con lui su quello che hai imparato nelle esperienze passate e sulla voglia che hai di sperimentare qualcosa di diverso.

# La vostra azienda è fantastica

Evita tutti quei commenti che possono risultare esagerati e peggio ancora falsi. Modera sempre il tuo entusiasmo per non sembrare immaturo o opportunista.

3 domande da non fare durante un colloquio

 

# Di cosa si occupa la vostra azienda?

Mai domanda fu così infausta! Chiedere informazioni che avresti facilmente potuto ottenere da Google crea una brutta impressione. Che è fatale in gran parte dei casi.

# Quale sarebbe il mio salario?

Non fare questa domanda, almeno non nel primo colloquio.  Aspetta che sia il tuo interlocutore a parlartene. Si tratta di una questione di stile ed è importante che tu NON appaia come una persona interessata esclusivamente ai soldi.

# Che ne pensa di me?

Non essere impaziente. Non chiedere nulla sull’esito del tuo colloquio. Per capire se sei piaciuto o meno al tuo interlocutore potresti chiedergli se sono previste altre selezioni nel caso si superi la prima. Non si sa mai: potrebbe sbottonarsi ed anticiparti qualcosa!

Non c’è che dire: cercare un lavoro è già di per sé un lavoro. Occorrono una gran preparazione e un impegno costante.

Se cerchi un aiuto potresti richiedere, cliccando qui la versione free di iMaster Imprenditività/Job. Potrai testare la tua attitudine professionale e capire come iMaster può aiutarti.

IMaster è un percorso di formazione messo a punto da 11 esperti del settore, Virgilio Degiovanni e Stefano Santori in primis, disposti a darti una mano per trovare ciò che fa per te. Provalo gratuitamente e facci sapere se è utile al tuo scopo.

Giancarlo Donadio

(Fonte foto: utente flickr  David Blackwell)

 

New York: il sogno della grande mela

Sogno e business: che cosa offre NY a chi vuol fare impresa. Testimonianze dalla comunità degli italiani che ci lavorano.   New York incarna, più

Cambio vita e mi trasferisco

Stipendi: 5/6.000 euro al mese un operaio, 6/7.000 un insegnante, 9/10.000 un medico. Aprire una società è molto più semplice che in Italia. Come ottenere

Il futuro delle riunioni di lavoro

+153% di riunioni settimanali, ma ne abbiamo davvero bisogno?   “Sono in meeting, ho una riunione, ho una call”. Un recente studio di Otter.ai ha

Nuovo anno, nuove regole sul lavoro

Dallo smart working alla flat tax, ecco cosa ci porta il 2023   Dal 1° gennaio 2023 sono cambiate le regole per lo smart working.

Aumenta il mismatch tra aziende e collaboratori

Nel 2022 cresce la difficoltà delle imprese italiane a trovare nuovi collaboratori   Il fenomeno del mismatch lavorativo continua a crescere e sembra non volersi

Anno nuovo vita nuova

Gran parte delle risoluzioni che si fanno all’inizio dell’anno non vengono mantenute. Perché e quali sono.   Il nuovo anno è sempre un momento di

logo-footer
Il mensile di business più letto.

Direttore responsabile: Lionello Cadorin

Editore: Millionaire.it Srl Indirizzo: Largo della Crocetta, 2 20122 Milano (MI) Italy

Partita IVA: 12498200968 – Numero iscrizione ROC: 38684

© 2023 millionaire.it.