Le cose rotte? Portale al bar

0
2215

Hai una sedia con la gamba rotta? Non ti funziona più il tostapane? Non buttarli: portali al bar. Si chiamano Repair Cafés, i luoghi in cui chiunque può riparare un oggetto rotto, da solo o con l’aiuto di volontari esperti: elettricisti, sarti, falegnami… L’idea è di una giovane olandese, Martine Postma, e si sta diffondendo in tutta la nazione arancione.

[blockquote align=”center” variation=”blue”]
Ho aperto il primo bar perché è uno spreco buttare via le cose prima che siano davvero inutilizzabili. Molte persone non sanno più come riparare gli oggetti. I nostri volontari li aiutano a farlo e a risparmiare soldi» spiega Martine.[/blockquote]

Semplici le regole del gioco: i visitatori portano le cose rotte da casa. Oltre ai consigli degli esperti, il bar mette a disposizione diversi tipi di utensili: dalle pinze alle macchine da cucire. Mentre riparano, possono sorseggiare una bevanda e chiacchierare con gli altri clienti del locale.
Il primo Repair Café, Martine lo ha fondato nel 2009. Oggi ne esistono più di 20.
Il suo sogno? Che ogni distretto olandese ne abbia uno. E poi esportare l’idea, rivoluzionando un po’ il mondo:
I nostri bar puntano a cambiare la mentalità delle persone, mostrando quanto sia divertente riparare gli oggetti. Solo il divertimento può favorire la creazione di una società sostenibile» si legge sul sito.

Aprire un bar simile? Chiunque può farlo. Basta rispettare tre regole: utilizzare come nome esclusivamente “Repair Café”, servirsi solo del logo ufficiale e reindirizzare tutta la comunicazione al sito www.repaircafe.org

Giancarlo Donadio

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.