fbpx

Mi licenzio e faccio musica (per strada)

«C’è crisi? Ripartiamo dalle nostre passioni!» L’invito è di Soltanto, nome d’arte di Matteo Terzi, milanese, 28 anni. Cantante on the road per lavoro, per vocazione. Fino a tre anni fa era dipendente di una società di produzioni cinematografiche, 1.200 euro al mese, una paga dignitosa. Poi il bisogno impellente di mollare tutto, di andare a cercarsi la sua fortuna:

Mi ero appena laureato in Scienze Politiche, il lavoro era buono, ma non volevo più quella vita. Allora, decisi di partire in autostop (Lione, Girona, Barcellona, Madrid, Valencia, Tenerife). Sei mesi in cui ho cantato le mie canzoni per strada ai passanti. Guadagnavo 30 euro al giorno».

Oggi, Matteo è in Italia, viaggia da Nord a Sud con un mini camper per le tappe del suo road tour. È appena uscito il suo primo disco “Le chiavi di casa mia”. A produrlo sono stati i suoi fan: hanno raccolto 10mila euro sul sito di crowdfunding musicale, Musicraiser. Chi vuole comprarlo può farlo ai suoi eventi (al costo di 10 euro), oppure scaricarlo dal sito, su Amazon, iTunes, al prezzo di sei euro.

Millionaire l’ha intervistato.

Come è la vita on the road?

È una vita che mi fa stare bene, perché è quello che voglio. Ci sono giornate buone e altre storte. Mi impegna a livello fisico e mentale: non so mai dove dormirò la sera, vivo lontano da casa, dagli affetti. Ma poi quando canto la fatica scompare e mi sento sereno».

Il tuo è un gesto di ribellione? Cosa vuoi dimostrare?

Ho lasciato l’ufficio e sono partito non per criticare la società. Non mi sognerei mai di dire che la vita da dipendente è degradante. Semplicemente, non fa per me. Dietro il mio gesto c’è solo la volontà di rendermi felice, nient’altro».

foto soltanto facebook 2

Quanto riesci a guadagnare?

Difficile fare una stima. In media, riesco a guadagnare 50 euro al giorno, a cui vanno tolte tutte le altre spese. Il trasporto ha un bel peso sul bilancio della giornata».

Viaggi molto, conosci tanta gente. C’è un episodio che ti va di raccontarci?

Quando ho iniziato non sapevo che sarebbe diventata la mia strada. Spesso ero vittima dello sconforto. Poi un giorno a Lione una bambina invita la madre a fermarsi ad ascoltarmi. Alla fine della canzone mi ha chiesto di abbracciarmi. Lì ho capito qual era il mio destino»

C’è ancora spazio di vivere di propri sogni?

Sì, soprattutto in un periodo di crisi economica c’è bisogno che le nuove generazione ripartano dalle loro passioni. Qual è l’alternativa, in fondo? Stage mal pagati o peggio ancora non retribuiti, che spesso tolgono la dignità? Meglio iniziare da te. Male che vada, puoi sempre dire “almeno ho provato a fare quello che amo”.

soltanto 1

Te la senti di dare un consiglio a un giovane che vuole fare musica?

Racconta qualcosa di unico attraverso la musica, di reale. Il pubblico ha bisogno di storie vere. E poi ricordarti sempre perché hai cominciato».

INFO: http://www.soltanto.net/soltanto.html

 Giancarlo Donadio

BISS, l’azienda biotech italiana innovativa

ChemoMaker il robot che sostituisce i sistemi di vecchia generazione negli ospedali italiani come quello di Genova San martino, Trieste e Cremona   Da Trieste

Cento euro da investire in immobili

Finanziamenti restituiti dopo un anno con interessi del 9-10% lordo. Il lending crowdfunding rende l’investimento immobiliare accessibile a tutti     Non tutti possono permettersi

Revolut & San Patrignano: donare fa bene

Revolut ha messo a disposizione la sua piattaforma finanziaria globale nel periodo Natalizio per le donazioni.   La piattaforma si è resa nota per aver

L’Italia va pazza per Internet

Trascorriamo più di 30 anni della nostra vita online.   Detta così fa davvero spavento, ma è quello che emerge da una nuova indagine di

Cosa chiedono le startup al governo Meloni

Semplificazione del quadro normativo e una maggiore accessibilità, i temi più discussi durante la conferenza “10 anni di Startup Act”   Precisamente dieci anni fa,

Cover story: passion economy

Che cosa c’è di meglio che trasformare le proprie passioni in un reddito? È questo il paradigma che si sta delineando e prende il nome

cosaporto

Cosaporto: parte la campagna di equity crowdfunding

Soluzioni al regalo last minute. Cosaporto.it lancia la sua prima campagna di equity crowdfunding con l’obiettivo di raccogliere 1,5 milioni di euro nell’ambito di un aumento

logo-footer
Il mensile di business più letto.

Direttore responsabile: Lionello Cadorin

Editore: Millionaire.it Srl Indirizzo: Largo della Crocetta, 2 20122 Milano (MI) Italy

Partita IVA: 12498200968 – Numero iscrizione ROC: 38684

© 2023 millionaire.it.