La lezione di Mihajlović al mondo del calcio: «Pensate a chi si alza alle 4»

0
4251

Il mondo del calcio nostrano spesso si fa notare per i suoi eccessi e le sue storture che lo proiettano anni luce lontano dalla realtà vissuta dalla maggior parte degli italiani. Ma l’allenatore serbo del Torino Siniša Mihajlović, durante la conferenza stampa seguita alla partita vinta contro la Fiorentina domenica sera allo Stadio Olimpico, ha dato una bella lezione di umanità e percezione della realtà del nostro Paese, mostrando quanto spesso nel suo sport vengano usate parole inappropriate per definire alcune situazioni.

Un giornalista gli ha rivolto la seguente domanda, inerente a un calciatore della sua squadra, il giovane Marco Benassi, divenuto da poco capitano del Torino: «La può spendere una parola su Benassi? Reputo non sia facile indossare la fascia di capitano di una squadra come il Torino a 22 anni…».

Siniša Mihajlović, visibilmente a disagio nel sentire tale domanda, ha interrotto il cronista: «No, non è facile svegliarsi alle 4.30 e andare a lavorare alle 6, fare tutto il giorno e non arrivare a fine mese, questo non è facile. Questo deve essere un piacere, deve essere contento, deve essere orgoglioso, che a 22 anni, gioca nel Torino, è capitano del Torino e ha fatto pure gol, perché è una persona fortunata come tutti noi che facciamo questo lavoro». Chapeau.

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.