L’offerta di lavoro di Bidtotrip: “Ti paghiamo per visitare hotel di lusso”

1
10861

La startup fondata da tre italiani a Londra cerca due “mistery guest” per testare le strutture. Spa, servizi in camera e massaggi inclusi.

Sara Brunelli, 35 anni, di Cesena, ha creato Bidtotrip, una piattaforma che mette all’asta le camere degli hotel di lusso. Avviata due anni fa a Londra, oggi l’azienda ha 100mila utenti attivi, 9 dipendenti e due posizioni aperte come “mistery guest”, ovvero ospiti in incognito.

«Dopo la crescita degli ultimi mesi abbiamo deciso di assumere due figure che ci aiutino a tenere alto lo standard dei nostri hotel. Testarli internamente non ci è più possibile», spiega Sara, co-founder e Ceo della startup.

Il lavoro più bello del mondo

I due neoassunti saranno quindi «testatori di strutture di lusso». Dovranno «controllare la qualità dei servizi offerti dalla struttura, come Spa, servizio in camera, piscina, sauna, ristorante, massaggi». In seguito compileranno una recensione dettagliata della struttura e dei servizi testati, allegando foto e brevi video, girati anche con lo smartphone.

Bidtotrip cerca una figura full-time, con contratto a tempo indeterminato, e una part-time, con contratto a chiamata, che testerà gli hotel per due weekend al mese.

Ogni mistery guest riceverà il biglietto andata e ritorno per raggiungere la struttura da valutare e la prenotazione con pensione completa a carico di Bidtotrip. In più «il lavoro sarà ben remunerato», promette l’azienda.

Requisiti

Non si richiede una formazione particolare, ma è necessaria l’ottima conoscenza della lingua inglese. Il candidato ideale è una persona affidabile, intraprendente, con doti di flessibilità e autonomia, ovviamente disponibile a trasferte di lavoro.

C’è tempo fino al 31 marzo per candidarsi online.

Info: https://www.bidtotrip.com/it/il-lavoro-piu-bello-del-mondo

Print Friendly, PDF & Email

1 COMMENTO

  1. Sarebbe pregevole se Bid To Trip ammettesse candidamente, ormai a distanza di mesi, che si è trattato semplicemente di un’ottima campagna marketing.
    Implementazione della brand awareness, raccolta gratuita una grande mole di dati e informazioni su prospect, coinvolgimento emotivo di nuovi potenziali utenti invogliati all’utilizzo del servizio.
    Credo abbiano centrato in pieno ogni obiettivo, peccato si siano presi gioco di centinaia di migliaia di “sognatori”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here