Professione youtuber: ne parliamo a Radio Monte Carlo

0
10027

Milioni di fan su YouTube significano migliaia di euro guadagnati ogni mese. Ma come diventare youtuber di successo? Ecco i consigli di chi ci è riuscito

The Jackal sono un gruppo di youtuber napoletani. I loro video sono diventati virali e contano milioni di visualizzazioni. I loro guadagni? Non arrivano tanto dai ricavi pubblicitari maturati su YouTube, quanto dalla loro attività di videomaker.

«YouTube è una grande vetrina, ma i nostri video umoristici sono solo la punta dell’iceberg. La parte meno nota e più consistente del nostro lavoro è la nostra attività di videoproduzione. Oggi realizziamo prodotti e campagne per clienti importanti» spiega Francesco Capaldo, in arte Francesco Ebbasta, 31 anni, uno dei fondatori del collettivo. E hanno anche scritto, diretto e co-prodotto il film  Addio fottuti musi verdi.

Percorso simile per Casa Surace, gruppo di yotuber che realizzano video divertenti virali  (fino a 13 milioni di visualizzazioni). Nonché pubblicità per aziende di primo piano, come Vodafone e Campari, che vogliono promuoversi anche sui social.

Da youtber a professionista

Ecco i passi da compiere per trasformare la passione per i video in un lavoro (ben) pagato

  • Realizza i tuoi video. Studia le tecniche, alimenta la creatività, perfezionati. Impara facendo.
  • Sviluppa uno stile personale. Studia le regole del Web e trova la tua cifra stilistica (tutorial, recensioni, umorismo…).
  • Trova il tuo pubblico. «YouTube è un mezzo con una programmazione editoriale così varia che non esiste un unico pubblico» spiega Luciano Massa, docente Iulm e professionista del settore.
  • Crea una community. Un pubblico fedele e appassionato è il requisito base per essere notati dai talent scout e valorizzati come youtuber.

E ancora…

Di tutto questo (e anche del temutissimo Adpocalypse…) scriviamo sul numero di Millionaire in edicola. E parliamo a Radio Monte Carlo domenica 31 dicembre alle ore 12 e 30 con Marco Porticelli.

Stay tuned e… buon anno!

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.