Socialmatic: la nuova Polaroid made in Italy

2765

Millionaire ha raccontato la sua storia mesi fa. E ora il suo progetto sta diventando realtà. In questi giorni, infatti, Antonio De Rosa, designer salernitano, 37 anni volerà a New York per chiudere un accordo con la storica azienda americana Polaroid.

Lui è, l’ideatore di Socialmatic, una macchina digitale in grado di stampare foto, modificarle con filtri stile Instagram e condividerle su un social dedicato o sui maggiori della Rete.

Un prototipo su cui pochi in Italia avevano scommesso (tra questi, Millionaire), obbligando Antonio a cercare fondi su una piattaforma di crowdfunding, indiegogo: 5mila dollari raccolti (circa 4mila euro). Piccola cifra, rispetto ai 50mila dollari necessari, ma utile a dare uno sprint al progetto.
Il resto ce lo racconta lui stesso.

Come è nata Socialmatic?

È nata come un gioco. Mi diverto da sempre a realizzare concept per i marchi che ispirano il mio lavoro. Nel caso specifico, l’idea è partita come un omaggio a Instagram. Poi per mia sorpresa, il concept è finito sui principali giornali stranieri di settore. Solo allora ho deciso di provare a produrre la macchina».

Quali sono i punti di forza del prodotto?

Socialmatic riempie il divario tra il mondo virtuale e quello reale. La macchina permette di giocare con le foto attraverso dei filtri e di stamparle su fogli adesivi. Puoi così attaccarle come poster o conservarle. Ogni foto ha poi un codice, un Qr code. Puntandolo con la macchina, sarai informato su chi ha scattato l’immagine e potrai scegliere se diventare suo amico o follower. Infine, ci sarà anche un nostro social che stiamo mettendo a punto».

SMP_PR01_inhand_black

Come è stata l’accoglienza in Italia?

Il prodotto ha ricevuto molte critiche, tacciato di essere un tentativo di rispolverare la fotografia analogica in salsa digitale. Sono stati gli stranieri a crederci. In Italia c’è ancora una mancanza di coraggio verso le startup innovative. Gli investitori cercano troppe rassicurazioni e rischiano poco».

E poi è arrivata Polaroid…

Mi hanno chiamato, chiedendomi se avevo realmente intenzione di realizzare il prodotto. Alla mia risposta affermativa hanno replicato “Allora perché non farlo insieme?”. Con SocialMatic hanno visto l’opportunità per riportare in voga un marchio che negli ultimi anni ha avuto molte vicissitudini. Oggi l’accordo è in fase di chiusura. Speriamo bene!»

 Giancarlo Donadio

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.