Twitter è il miglior social per trovare un lavoro?

2376

Twitter è sempre di più il mezzo sul Web più indicato per trovare un lavoro. Secondo uno studio di Gozaik, agenzia che si occupa di favorire l’incontro tra gli utenti del social e i selezionatori delle aziende, sarebbero 500mila le offerte di lavoro raccolte ogni mese su Twitter. Cifra che potrebbe toccare quota 2 milioni al mese entro il 2016.

Ecco perché avere un profilo sul social può essere fondamentale per chi cerca o vuole cambiare lavoro. Ma come usarlo nel modo giusto?

Ecco come fare con l’aiuto di esperti: Lino Garbellini, giornalista esperto di tecnologie (@Igarbell) e John Hlinko, scrittore esperto di Web (@jhlinko)

1. Parti da una buona presentazione

«Nome corto, facile da riconoscere e ricordare. Nella biografia, raccontarsi in breve con parole chiave. La foto: chiara, non troppo seria, ma nemmeno scherzosa. L’ideale è usare la stessa su tutti i social network per definire meglio la tua identità digitale» spiega Lino Garbellini, autore del libro “Twitter per la tua vita e il tuo business (Fag, 24,90 euro)

2. Cerchi un lavoro? Renditi interessante

«Se vuoi sfruttare Twitter per trovare lavoro devi assicurarti di avere contenuti interessanti da twittare con regolarità e velocità. Questo aumenterà la tua possibilità di intercettare un’azienda con una posizione aperta o magari qualcuno che ci lavora» suggerisce John Hlinko, autore dell’e-book  “Condividi, ritwitta e diffondi. Strategie per una comunicazione digitale davvero efficace” (Vallardi, 6,90 euro)

3. Attento agli annunci

Su Twitter ci sono vari aggregatori di annunci da tenere d’occhio. Eccone alcuni Ti consiglio lavoro, Lavoro offerte, Offerte di lavoro, Cliclavoro. Consulta anche le piattaforme www.tweetmyjobs.com e www.twitjobsearch.com, pensate per semplificare la ricerca di annunci di lavoro mirati.

 4. Twitta negli orari giusti

«L’intervallo più redditizio è dalle 13 alle 15, tra lunedì e giovedì. Da evitare post dopo le otto di sera e quelli dopo le 15 il venerdì» consiglia Garbellini

5. Scrivi il tuo #twesume e corteggia le aziende

Il termine è l’unione di Twitter e resume (cv in inglese). Con questo hashtag molti postano un sintetico cv. Certo, 140 caratteri non bastano, ma puoi linkarli a un cv più esteso. Inoltre, tieni d’occhio le aziende che ti interessano, diventa follower e interagisci e ritwitta i loro post.

Vuoi conoscere tutti gli altri consigli per avere fortuna su Twitter nella ricerca di un lavoro e di nuovi clienti? Leggi l’articolo di Lucia Ingrosso su Millionaire di ottobre.

Redazione

1380247_741842365842280_482531585_n

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.