Privacy, gli under 24 sempre più attenti alla protezione dei dati

14995
privacy protezione dati

Il rapporto tra gli Under 24, la Generazione Z e i dati personali sembra profondamente cambiato durante il lockdown. Secondo uno studio reso noto da Dentsu Aegis Network, i GenZers starebbero abbandonando il Web, spinti da una maggiore attenzione per i propri dati.

L’analisi delle interazioni della Generazione Z sul Web durante il lockdown farebbe emergere un comportamento digitale dei giovani caratterizzato da una maggiore consapevolezza delle regole e delle misure da adottare per proteggere la propria privacy. Questo trend avrebbe portato a un abbandono dei principali social, Instagram in primis, seguito da Facebook e persino TikTok. Lo rivela uno studio di Dentsu Aegis Network, agenzia nipponica leader del settore che si occupa di media, digital e comunicazione

Lo studio ha monitorato l’uso di Internet nel periodo maggio 2019-maggio 2020, ricomprendendo quindi il periodo “caldo” in cui è aumentato in maniera esponenziale l’utilizzo della Rete, a causa dell’isolamento imposto dalla pandemia. A giovanissimi, privacy e protezione dei dati è dedicato il regalo di oggi del calendario dell’avvento di Millionaire. Con i consigli della nostra esperta Federica De Stefani, avvocato, specializzata in Diritto della Rete e privacy. È autrice di testi specialistici per Giuffrè, Il Sole 24 Ore e Hoepli. Ogni mese pubblica su Millionaire la rubrica Le regole della Rete.

Scarica qui l’articolo in pdf: Giovanissimi, più privacy e attenzione per i dati

Ogni giorno, dal 1° al 24 dicembre, vi regaliamo un contenuto in pdf, da scaricare, leggere e conservare.

 

Print Friendly, PDF & Email
Articolo precedenteManager, creative, scienziate: super donne per la ripartenza
Prossimo articoloElon Musk vende tutto per creare una città su Marte

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.