Economia circolare, spazi rigenerati e rigeneranti

1163
economia circolare tessile
L’Hub textile workshop di Milano

L’economia circolare è prima di tutto economia di territorio. Ed è un “metodo” produttivo da attuare concretamente in ogni territorio e per ogni filiera.

Un esempio? Il settore tessile è molto energivoro e inquinante: fatto 100 il tessuto utilizzato, il 99% viene buttato. Di quell’1% riutilizzato, il 65% viene riciclato a Prato, dove questo ha creato una nuova filiera. Per creare qualcosa di nuovo però servono competenze, mestieri, spazi. Che spesso sono riusati (ex fabbriche, laboratori, atelier ecc.) e seguono le linee guida della sharing economy. L’economia circolare è anche economia della ricondivisione.

Ce ne parla, nell’articolo in regalo oggi, il nostro esperto Giovanni Campagnoli. Presidente della Fondazione Riusiamo l’Italia e autore per IlSole24ore dell’omonimo libro, lavora in Hangar Piemonte, programma per lo sviluppo culturale. È membro del board dell’Agenzia Gioventù, docente all’Università Salesiana IUS To. Cura la piattaforma per il matching tra vuoti disponibili e riutilizzatori. Per Millionaire scrive ogni mese la rubrica Recupero.

Scarica qui l’articolo in pdf: Economia circolare e spazi rigenerati

Ogni giorno, dal 1° al 24 dicembre, vi regaliamo un contenuto in pdf, da scaricare, leggere e conservare. È il nostro calendario dell’avvento.

 

13 dicembre – La corsa dei giovani alla terra

14 dicembre – Influencer: quali hashtag usare nei post commerciali

15 dicembre – Decreto Rilancio e startup

16 dicembre – Anatomia dei nuovi imprenditori

17 dicembre – Talento laterale: storia di Simone Brunozzi

18 dicembre – Marchio forte o debole? Meglio protetto

19 dicembre – Rinascimento digitale

20 dicembre – Ceo, che reputazione!

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.